venerdì 29 ottobre 2010

Storia della Carta

Dal sito Contenuti Digitali, segnalo un altro interessante lavoro sulla storia della carta.

La carta, storia, fabbricazione e riciclo: un percorso attraverso la storia di questo materiale importantissimo per l'uomo.

Potete scaricarlo da qui:

giovedì 28 ottobre 2010

Legge sui DSA (Disturbi Specifici dell' Apprendimento)

Mercoledì 29 settembre 2010 il Senato ha finalmente approvato la legge a tutela dei DSA, che diventerà effettiva con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

La legge sancisce il diritto a usufruire dei provvedimenti compensativi e dispensativi lungo tutto il percorso scolastico, compresa l'Università, ed assicura la preparazione degli insegnanti e dei dirigenti scolastici. Per questo è previsto un finanziamento di 2 milioni di euro complessivi per gli anni 2010-2011. L'articolo 5 sancisce le misure educative e le didattiche di supporto come l'uso di una didattica individualizzata e personalizzata o l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere e adeguate forme di verifica e di valutazione.


Alle famiglie sarà garantita la possibilità di usufruire di orari di lavoro flessibili. Inoltre, nelle regioni in cui non sia possibile effettuare diagnosi presso le strutture del SSN, la legge dà la possibilità di effettuarle presso strutture accreditate.
 Successivamente alla pubblicazione in G.U. della neo-nata legge, vi sarà un decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro della salute, che emanerà le linee guida per la predisposizione di protocolli regionali riguardanti le attività di identificazione precoce (screening), le modalità di formazione dei docenti e dei dirigenti, le misure educative e didattiche di supporto e le forme di verifica e di valutazione. Per questo è istituito un Comitato tecnico-scientifico, composto da esperti di comprovata competenza sui DSA.
(fonte:www.blog.edidablog.it)


In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è comunque possibile scaricare dal sito del Senato il testo della legge, garantito dal Presidente.
Qui: Legge DSA

mercoledì 27 ottobre 2010

Vademecum per i genitori

La Scuola dell'Infanzia de La Scala ha realizzato questo semplice ma utile librettino informativo ad uso e consumo dei genitori.

Scaricabile da qui:

Tempo di Halloween

Tanti simpatici lavoretti per far divertire i vostri alunni in occasione di Halloween.

Vai al sito:

martedì 26 ottobre 2010

La lavagna interattiva multimediale

La tecnologia

Uno schermo interattivo trasforma il "personal" computer nel computer di tutta la classe.

La lavagna diventa digitale

La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) è una superficie di grandi dimensioni che consente di visualizzare ed interagire con contenuti e applicazioni in formato digitale: testi, immagini, animazioni, video, software, etc..


La superficie interattiva


La LIM non è solo una tecnologia di proiezione. I contenuti e i software visualizzati sulla lavagna digitale “funzionano” esattamente come sul computer ad essa collegato: le icone dei programmi presenti sul pc possono essere cliccate, i file selezionati e trascinati, aperti, modificati, collegati, salvati e cancellati.
 

Lavagna, proiettore, computer



La Lavagna Interattiva Multimediale è una periferica del computer. Per funzionare deve essere collegata ad un personal computer e ad un proiettore.






Il collegamento tra il computer e il proiettore consente di visualizzare sulla lavagna i contenuti presenti sul desktop del computer. Il collegamento tra la lavagna e il computer permette di trasferire l’interazione sulla superficie della LIM allo schermo del computer e viceversa.

Le lavagne interattive multimediali possono essere a proiezione frontale, integrata o a retroproiezione.

Il computer sul grande schermo




Attraverso lo schermo interattivo, un normale personal computer si trasforma nel “computer della classe”: una superficie sulla quale l'insegnante e gli studenti possono condividere contenuti ed operazioni in un processo di costruzione collaborativa delle conoscenze.



lunedì 25 ottobre 2010

Museo Virtuale dell'Iraq

Un viaggio in 6000 anni di storia attraverso una selezione delle opere più significative del territorio iracheno e della sua civiltà.I reperti sono raggruppati in otto sale tematiche, tra le quali la sala preistorica, sumerica, babilonese ed assira.
In ogni sala è possibile esplorare carte geografiche interattive e tavole cronologiche.
Ogni reperto è corredato da una scheda informativa, un' esplorazione in 3D ed un video.(fonte:www.ciaomaestra.com)


domenica 24 ottobre 2010

Festival della scienza

Festival della Scienza 
La parola chiave del Festival della Scienza 2010 è Orizzonti, la linea verso la quale ci avviciniamo indefinitamente, che attrae il nostro sguardo e che ogni volta si allontana prima di essere afferrata. Per la scienza è metafora ideale della spinta verso il nuovo, verso l’ignoto, verso l’inedito. E´ segno della curiosità che in ogni appuntamento del nostro Festival vogliamo scoprire in noi stessi e condividere con tutti i partecipanti.
Vai al sito:

sabato 23 ottobre 2010

giovedì 21 ottobre 2010

Lezione di storia alla LIM

Lezione sull'evoluzione dell'uomo nella preistoria
 Promethean Planet
Lezione di storia alla LIM : una risorsa per la scuola primaria



Materie: Storia
Livello Scolastico: Scuola Primaria


Data di invio: 11 set 2010


Autore:beatrice lorenzoni



http://www1.prometheanplanet.com/it/server.php?show=ConResource.32505

La piramide alimentare

Per verificare se quello che mangiamo ogni giorno è equilibrato e ben assortito possiamo utilizzare la "piramide alimentare", che ci mostra graficamente come dobbiamo scegliere gli alimenti: tanti cereali, frutta e verdura, pochi dolci e carne rossa. Stampate, colorate e studiate questi disegni: servono come educazione ad un giusto stile di vita.
Approfondimenti di carattere scientifico li trovate in
www.piramideitaliana.it , Istituto di Scienza dell'Alimentazione, Università "la Sapienza" di Roma
http://www.ciaomaestra.com

mercoledì 20 ottobre 2010

Piano di formazione nazionale Lavagne Interattive Multimediali (Lim).

Piano di formazione nazionale Lavagne Interattive Multimediali (Lim).

FORMAZIONE LIM 2010-2011 SCUOLE PRIMARIE-SEC DI II GRADO

E' inziata la selezione regionale dei tutor candidati per il Piano formaz LIM su scuola primaria e sec di II grado. Le operazioni di selezione terminereanno non prima del 18 ottobre 2010.

I docenti coinvolti nel Piano di formazione Nazionale, che inizierà presubilmente nel mese di novembre 2010 , dopo aver terminato la formazione dei tutor individuati sul piano regionale, saranno impegnati in un corso di formazione blended che prevede come monte ore di impegno in presenza, almeno nella prima fase di approccio metodologico, 8 ore in presenza da suddividere in due/tre incontri pomeridiani, oltre ad un specifico monte ore di lavoro on line che sarà concordato nel patto formativo con il tutor di riferimento.
Seguirà poi una fase di coaching che prevede ancora un monte ore di incontri in presenza (ogni coach dovrà garantire almeno 16 ore in presenza per OGNI CORSO) e un numero di ore on line da concordare con il proprio coach.

I corsi, almeno per quanto riguarda la prima fase di approccio metodologico-didattico, si terranno presso le sedi di corso che saranno comunicate da questo Nucleo ai tutor incaricati, ai referenti dei punti ordinanti e ai Dirigenti che si sono candidati come sedi di corso.

http://www.irrelombardia.it/LIM-homepage

La lezione MultiMediale

La lezione MultiMediale 
Con la LIM, alcuni esempi di utilizzo in classe
Le lezioni MM sono state progettate e realizzate per l'utilizzo in classe dove poi hanno dimostrato di essere valido strumento di lavoro per l'insegnante e motivo di interesse e coinvolgimento per gli alunni. Non costituiscono, comunque, la lezione vera e propria, ma la struttura, il canovaccio su cui si sviluppa la lezione stessa. Infatti gli elementi predisposti, struttura, testi, immagini, animazioni, suoni, filmati, preparano e arricchiscono l'ambiente di apprendimento, ma sono solo di supporto alla lezione dialogata, durante la quale viene effettuata la "costruzione" vera e propria. Gli stimoli forniti possono essere fissati e gli apprendimenti latenti sedimentati attraverso l'attività di rielaborazione e di studio personale da parte dell'alunno. Le schermate delle lezioni possono essere utilizzate in questa fase come traccia dell'esperienza effettuata in classe.
http://www.vicariweb.it/lezioni_mm/lezioni_mm00.htm

martedì 19 ottobre 2010

Ascoltare...

Mauro proveniva da una buona famiglia, con genitori amorevoli, due fratelli e una sorella, che avevano successo nella vita scolastica e sociale. Vivevano in un bel quartiere e Mauro aveva tutto quello che un ragazzino può desiderare. Ma alle elementari, Mauro fu subito etichettato come soggetto «speciale». Nelle medie era il «disadattato piantagrane». Alle scuole superiori cominciò a inanellare espulsioni e voti disastrosi. Una domenica, un insegnante incrociò la famiglia e disse:
«Mauro sta facendo molto bene in questo periodo. Siamo molto soddisfatti di lui».
«Forse ci state confondendo con un'altra famiglia...» disse il padre.
«Il nostro Mauro non ne azzecca mai una. Siamo molto imbarazzati e non sappiamo capire perché».
Mentre l'insegnante se ne andava, la madre osservò:
«Però, a pensarci bene, Mauro non si è cacciato nei guai nell'ultimo mese.
Inoltre è sempre andato a scuola presto e si è sempre fermato più del necessario.
Che cosa starà succedendo?».
Alla consegna della prima pagella, i genitori di Mauro si aspettavano voti bassi e note insoddisfacenti sul comportamento.
Invece sulla pagella c'erano voti più che sufficienti e una menzione speciale in condotta.
Mamma e papà erano sconcertati.
«A chi ti sei seduto vicino, per avere questi voti?» chiese papà con sarcasmo.
«Ho fatto tutto da solo» rispose umilmente Mauro.
Perplessi e non completamente convinti, i genitori di Mauro lo riportarono a scuola per parlare con il preside.
Egli assicurò loro che Mauro stava andando molto bene.
«Abbiamo una nuova insegnante di sostegno, e sembra che lei abbia una particolare influenza su Mauro» disse.
«Penso che dovreste conoscerla».
Quando il trio si avvicinò, la donna aveva il capo abbassato.
Le ci volle un istante per accorgersi che aveva visite.
Quando lo capì, si alzò in piedi e iniziò a gesticolare con le mani.
«Cos'è questo?» chiese indignato il padre di Mauro.
«Linguaggio dei segni? Questa donna è sordomuta! ».
«Ecco perché è così straordinaria» disse Mauro, mettendosi in mezzo.
«Lei fa molto di più, papà. Lei sa ascoltare! » .

Cellulari, chat, email, tutto sembra favorire la comunicazione tra le persone.
Eppure si possono scambiare tante parole e tanti messaggini con molte persone e sentirsi profondamente soli. Se non c'è nessuno che ti "ascolta veramente" a che servono tante parole?

Ascoltare veramente è saper amare...

(Fonte: Web)

lunedì 18 ottobre 2010

"Scuola in Fattoria" Scuola Materna La Scala

"Scuola in fattoria........... imparo dalla natura"

progetto promosso dall' Associazione Giovani Imprenditori Agricoli di Pisa

in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato

Il progetto ha lo scopo di educare al rispetto dell'ambiente, all'apprendimento delle tecniche agricole e alla conoscenza delle tradizioni legate alla coltura contadina e alle tipicità locali.


Il percorso educativo prevede visite alle fattorie incontri nel plesso con personale qualificato.


tempi:da novembre a maggio


I bambini della Scuola dell'Infanzia di La Scala partecipano a questo progetto con percorsi diversi per le sezioni di 3 anni e 4/5 anni.


OBBIETTIVI:

scoprire la campagna e l'agricoltura

conoscere gli animali e le piante

rafforzare il senso di appartenenza ad una comunità locale

osservare la trasformazione degli alimenti

scoprire i cambiamenti dell'ambiente e la loro ciclicità

collocare nel tempo e nello spazio un evento osservato

manipolare, piantare, prendersi cura ecc... secondo un progetto stabilito



Visita alla fattoria Cupelli di San Miniato




Nel mese di novembre siamo stati a visitare la fattoria Cupelli.


Appena scesi dal pulmino ognuno di noi ha riempito un sacchetto


di carta con chicchi di grano che poi abbiamo portato a scuola.

Lì vicino un trattore percorreva un campo lanciando i semini di grano







che si infilavano nelle buchette del terreno, questo avveniva in modo abbastanza


veloce perchè i chicchi non dovevano essere ammucchiati ma tutti sparsi.
Questa è la semina!





Poi siamo andati a vedere dove stanno gli attrezzi


del contadino e proseguendo per la campagna







abbiamo visto i filari di viti ormai senza uva,


perchè il periodo della vendemmia è già passato


ed un signore che tagliava i rami più secchi.



Continuando per la stradina sterrata siamo arrivati fino alla carciofaia


dove nasce il carciofo samminiatese.


Questo carciofo, ci hanno spiegato, è tipico della nostra zona


e può arrivare anche al peso di kg 1,5 per carciofo-mamma.




Abbiamo proseguito ancora un po' fino ad arrivare ad un campo dove era stato seminato


il grano da alcuni giorni ed abbiamo scavato con le mani per trovare i germogli.


Abbiamo anche visto le zolle di terra!





Anche a scuola abbiamo seminato il grano





Francesca Cupelli ci ha portato a scuola l'occorrente per seminare: la terra


e i vasini di paglia, mentre i chicchi di grano li avevamo presi alla fattoria

Abbiamo riempito con la terra i vasini di paglia poi ci abbiamo messo dentro


pochi chicchi di grano e li abbiamo ricoperti con un po' di terra.


Abbiamo sistemato tutti i nostri vasi dentro due ceste e messi fuori dalla classe in giardino.


Ogni giorno dobbiamo controllare che la terra non sia troppo secca e dobbiamo darle un


po' d'acqua.


Per qualche giorno non è successo nulla e poi piano piano abbiamo visto spuntare delle


piccole piantine di colore verde chiaro.




Abbiamo aspettato altri giorni prima che le piantine diventassero più alte


e più forti fino a che non potevano più stare dentro il vasino perchè


era diventato troppo stretto per loro.





Allora Francesca è tornata a scuola, ha preso un vaso più grande dove ha mescolato alla
terra del concime e ha rimesso nel terreno le piantine con il loro vaso.
Ora dobbiamo aspettare ancora del tempo per vedere che cosa succede
però tutti speriamo di veder spuntare le spighe di grano!

domenica 17 ottobre 2010

Stato di attuazione del piano e-gov 2012

Didattica digitale

Risultati attesi del progetto: Assicurare alle scuole la possibilità di adottare metodologie didattiche innovative, rendendo disponibile una piattaforma tecnologica per la fruizione di testi scolastici e contenuti didattici digitali, sia promossi dagli editori, a pagamento, sia resi disponibili gratuitamente dai docenti, e migliorando la dotazione tecnologica delle classi: tutte le scuole dovranno essere dotate di almeno tre aule informatizzate con lavagne digitali interattive e personal computer.
Referente per il progetto: Melina (DIT) l.melina@governo.it
Programmazione generale di progetto
Partner: MIUR, Enti Locali, ANSAS, Editori
Situazione attuale:
  • Da maggio 2009 è disponibile per tutte le scuole una piattaforma online (http://www.innovascuola.gov.it/) per lo sviluppo e la condivisione di contenuti gratuiti da parte dei docenti e l’acquisto di contenuti offerti dagli editori.
  • Entro giugno 2009 sarà completata la consegna da parte del DIT di circa 3300 Lavagne digitali a 1100 scuole e con l’anno scolastico 2009-10 sarà attivato il piano del MIUR per la distribuzione di oltre 26000 lavagne.
Costi stimati: InnovaScuola: costo annuo medio di 1,7 Meuro; aula informatizzata: costo unitario 2.000 euro (circa 32.000 aule da informatizzare). I costi indicati non comprendono la formazione dei docenti.

Report Stato Avanzamento Progetto



http://www.e2012.gov.it/egov2012/?q=content/didattica-digitale

Notizie MIUR

Canale - Personale scuola
Iniziativa gratuita rivolta a scuole, giovani e grande pubblico organizzata dal WWF in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS). Appuntamento per il 23 e 24 ottobre 2010 in centinaia di Musei scientifici, Orti botanici e Acquari italiani
(Nota prot.n. 7257 del 13 ottobre 2010)


Canale - Personale scuola
Bandita l'XIX edizione del concorso riservato agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado. L'iniziativa mira ad offrire ai docenti una occasione per progettare percorsi educativi multidisciplinari per approfondire le tematiche ambientali.

Canale - Personale scuola
In viaggio con le “Fiabe italiane” di Italo Calvino - Concorso destinato agli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Iniziativa prevista nell’ambito del Protocollo di Intesa tra il Miur e il Comitato Italia 150 Scadenza per la presentazione delle domande di adesione 30 gennaio 2011

giovedì 14 ottobre 2010

Come Cambia la Scuola del web 2.0

Check out this SlideShare Presentation:

Perchè un blog?

L'avvento di Internet e delle sue applicazioni nella tecnologia digitale ci ha messo di fronte ad una realtà sempre più complessa ed in divenire. Anche in ambito scolastico possiamo oggi fruire di strumenti veramente innovativi  che supportano la didattica degli insegnanti sempre più aperti a nuove frontiere educative.
L'idea di un blog nasce soprattutto dalla necessità e perchè no, voglia di condividere un percorso educativo e didattico legato all'ambito tecnologico e scientifico e non solo, all'interno dei tre ordini di scuola che il nostro Istituto Comprensivo "F.Sacchetti" comprende.
Vuole essere allo stesso tempo strumento e veicolo di comunicazione per conoscere meglio quanta volontà didattica, anche innovativa, riusciamo oggi, pur in tempi di ristrettezze economiche, a realizzare.
Vuole essere anche mezzo informativo, di conoscenza di nuove tecnologie, di notizie legate alla pratica educativa e didattica, all'utilizzo delle Lim, ed anche scambio di esperienze tra le varie scuole, per ovviare certe slegature che, inevitabilmente, ogni ordine di scuola comporta.
E' un blog in divenire, dove le pagine nascono non solo dall'idea di una persona, ma, spero, anzi credo fermamente, dal contributo di ognuno di noi, di chi vorrà mettere in mostra la sua pratica educativa e le sue potenzialità professionali.
E'uno strumento per tutti e potrà crescere solo con il lavoro che ognuno di noi vorrà presentare.
Un'attenzione particolare sarà rivolta a fornire ai colleghi informazioni e materiali utili sulle  "nuove tecnologie" in generale e sulla LIM in particolare:  condividendo nel web, anche per una maggiore reperibilità - mediante indicizzazione - dei contenuti, così come si richiede fra le mansioni della funzione strumentale che rivesto nell'Istituto Comprensivo "F.Sacchetti".
F.S.Liz
I materiali da pubblicare possono essere inviati, in formato digitale, a questo indirizzo: elisabettaarcidiaconocostagli@gmail.com