venerdì 25 febbraio 2011

A Lucca le scuole seguono le tecnologie innovative

immagine generica
Presentato un progetto che introduce la robotica in aula. Per un approccio concreto al sapere


Robotica educativa e nuove tecnologie entrano nelle scuole del territorio di Lucca. La Conferenza zonale dell'istruzione della Piana, guidata dal Comune di Lucca e composta dai Comuni di Capannori, Altopascio, Porcari, Montecarlo, Pescaglia e Cilla Basilica si è infatti aggiudicata un bando realizzato dall'assessorato alla pubblica istruzione della Regione Toscana con un progetto innovativo chiamato Tecnologie innovative.
Caratterizzato dall’essere un’iniziativa trasversale, che prevede la collaborazione tra istituti di diverso ordine e grado, Tecnologie innovative nasce per introdurre la robotica nelle scuole, favorendo così la realizzazione di ambienti di apprendimento in grado di coniugare teoria e pratica. In questo modo agli alunni sarà proposto un approccio fortemente costruttivista del sapere, che insegnerà loro a operare concretamente, attraverso l'interazione sul piano tecnologico (componenti attivi, motori, sensori), sul piano informatico (programmazione) e sul piano creativo (ricerca, invenzione, applicazione).
A seconda della fascia d’età, i ragazzi coinvolti in Tecnologie innovative impareranno così a lavorare su dei semplici robot in kit di montaggio e potranno poi sviluppare anche un progetto loro, comprendendo nella pratica come si opera con metodo scientifico. Ognuno infatti assume un ruolo all’interno dell’equipe che si realizza, a seconda anche delle proprie propensioni. Nel corso del progetto ciascuna scuola svilupperà autonomamente i propri percorsi didattici con specifici obiettivi, anche se è possibile prefigurare itinerari didattici che seguono una logica comune: quella della crescita progressiva delle abilità e delle competenze, con un significativo tasso cognitivo nel passaggio di classe in classe e da un ordine all’altro di scuola.

Fonte:Innovascuola 

Nessun commento:

Posta un commento