giovedì 5 maggio 2011

Sperimentare con la LIM- L'Italia fisica

Vi presento il lavoro svolto nelle classi quarte della Scuola Primaria Don milani, dove insegno.
Si tratta della sperimentazione effettuata con la LIM, nell'ambito del corso di formazione.
Il programma utilizzato è ActiveInspire fornito da Promethean, fornitore anche delle lavagne digitali.
DIARIO DI BORDO: gli alunni interessati (classi 4°A e 4°B), hanno partecipato con attenzione ed entusiasmo a questo lavoro con la LIM.
L’idea di partenza è stata quella di conoscere il mondo attraverso lo schermo della lavagna, utilizzando le mappe di Google e Google Heart. Con questo strumento abbiamo individuato la nostra nazione prima, ragionando anche su come si può salvare un' immagine da una schermata web e ritagliarla, dopo nel luogo dove abitiamo.
Prendendo quindi questo spunto ci siamo calati nella realtà locale (Italia-Luogo dove abitiamo) ed abbiamo individuato le abitazioni e la scuola. L’utilizzo di Street Wiew, poi, ci ha messo in linea con il territorio così com’è nella realtà.
In tutte queste operazioni gli alunni hanno interagito con lo schermo della lavagna provando a muovere le mappe.
La struttura fisica dell’Italia è stata scoperta dai ragazzi in modo giocoso. L‘utilizzo del proiettore che scorre sulla cartina (opportunatamente schermata) ed il rinforzo dell’immagine fotografica del luogo indicato, veniva seguito poi da semplici test con riordino di nomi messi in elenco sparso ed il feedback con i cartellini da spostare. Gli alunni venivano di volta in volta chiamati alla lavagna, mentre gli altri operavano sul quaderno.
Successivamente è stato previsto un gioco: un puzzle con la cartina dell’Italia, ricavata da Google Map ed utilizzata per tutte le attività precedenti.
In seguito l’attività ha previsto lo studio dei climi nel mondo ed in Italia.
Le schermate iniziali sono servite per illustrare le fasce climatiche e la posizione dei principali indicatori sul planisfero: equatore, tropici e circoli polari. Ogni gruppo è stato strutturato per spiegare le differenze, con l’utilizzo di immagini fotografiche abbinate al luogo indicato. Su di una mappa vuota, rappresentante il planisfero, gli alunni, chiamati di volta in volta alla lavagna, mentre gli altri operavano la stessa attività sul quaderno, hanno disegnato equatore, tropici e circoli polari, con lo strumento connettore e evidenziato con colori diversi le fasce climatiche.
Dopo una mappa concettuale sul clima e i fattori climatici veniva compilata dai ragazzi sia alla lavagna che sul quaderno.
Infine le zone climatiche italiane, con collegamenti ad immagini fotografiche che mettevano in evidenza caratteristiche dei luoghi interessati dal tipo di clima ed un ragionamento su come gli ambienti siano diversificati in base al cambiamento climatico, così come si era evidenziato nel planisfero. L’attività si conclude con un altro gioco, questa volta un memory, che presenta disegni di ambienti italiani: mare, montagna, collina, fiume, costa, ecc…
Potete visionarlo da qui:

Nessun commento:

Posta un commento